Sono circa 520mila gli studenti italiani che oggi si cimentano con la prima prova dell’esame di Maturità 2019.

Queste le tracce a disposizione degli studenti:
• Tipologia A – Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano
1. Giuseppe Ungaretti da “L’Allegria” in Il Porto Sepolto
2. Leonardo Sciascia, Il giorno della civetta

Tipologia B – Analisi e produzione di un testo argomentativo
1. Tomaso Montanari, Istruzioni per l’uso del futuro
2. Steven Sloman – Philip Fernbach, L’illusione della conoscenza
3. L’eredità del Novecento, partendo dall’introduzione di Corrado Stajano alla raccolta di saggi La cultura italiana del Novecento

Tipologia C – Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità
1. Partendo da un testo di commemorazione del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso dalla mafia nel 1982, argomentare sui valori dell’antimafia, traendo spunto dal testo, dalle vicende che narra e dalle proprie considerazioni personali.
2. Tra sport e storia: una riflessione sul rapporto tra sport, storia e società partendo da un articolo sul ciclista Gino Bartali.

“Stamattina ho voluto partecipare all’invio delle tracce, tutto a posto. I ragazzi stanno lavorando”. Così il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti su Sky.

“Le paure sono comprensibili – ha detto Bussetti – ma abbiamo cercato di venire incontro con le simulazioni, era la prima volta che si facevano, servivano a smorzare la tensione, che è normale. Ma ora siamo soddisfatti sta andando tutto bene”.

Ha poi spiegato: “La tesina è stata tolta dal decreto che ha rinnovato l’esame è una iniziativa del governo precedente. Abbiamo voluto mettere i ragazzi tutti sullo stesso piano evitando che alcuni venissero favoriti, altri meno rispetto alle domande. Per cui abbiamo pensato che lo strumento del sorteggio potesse essere utile per avviare il colloquio”, ha chiarito il ministro riguardo alle buste per l’orale.

“Vogliamo comunque valorizzare la persona con un nuovo umanesimo. Il voto – ha chiarito Bussetti – non misura il valore dei nostri ragazzi che sono da 10 tutti e oggi da 100 per il ministro, nessuno escluso. Noi dobbiamo sempre parlare di persone che hanno sentimenti, relazioni e rapporti umani”.

(foto di repertorio)