Gli uomini della Capitaneria di Porto hanno sequestrato nel mercato storico di Ballarò 600 chili di pesce a due pescherie e due ambulanti che dopo i controlli dei veterinari dell’Asp di Palermo sono stati distrutti perché non idoneo al consumo alimentare.

Per gli esercenti sono scattati sette verbali di 15 mila euro per violazioni in materia di etichettatura e tracciabilità del prodotto ittico, di commercializzazione e detenzione di prodotti ittici scaduti nonché di commercializzazione di novellame di sarda.