Un militare della Capitaneria di Porto di Palermo è stato ferito da due pitbull a Palermo in via Sandro Pertini mentre stava facendo jogging.

L’uomo è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato a Villa Sofia dove gli è stata riscontrata una profonda lesione al polpaccio che ha richiesto 60 punti di sutura.

Il militare, finito a terra dopo l’aggressione, è riuscito a liberarsi degli animali, uno dei quali lo stava attaccando anche al collo.

“Quello che abbiamo registrato ieri – dicono i familiari – è l’assoluta mancanza di organizzazione: ci è stato detto di contattare il numero di emergenza unico 112, gli operatori ci hanno invitati a contattare il canile municipale e chiedere il loro intervento. Abbiamo contattato anche i carabinieri e gli agenti della polizia municipale, ma stamattina i cani erano ancora lì, stavolta dentro un recinto, mentre ieri pomeriggio passeggiavano tranquillamente nel marciapiede”.

In mancanza di verifiche veterinarie, il paziente dovrà essere sottoposto a profilassi antirabbica.

“Avere questa informazione – sottolineano i familiari della vittima dell’aggressione – con la rapidità necessaria (la somministrazione dei farmaci deve avvenire entro 24 ore), è fondamentale per l’adozione del corretto protocollo sanitario. Ma finora nessuno si è mosso. Quello che abbiamo constatato è l’assoluta inefficienza e la mancanza di un coordinamento davanti a un fatto che poteva trasformarsi in tragedia”