A Partinico un giovane di 24 anni è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione nei confronti della madre.

Il giovane, qualche sera fa, ha rivolto minacce e richieste estorsive alla madre che si è vista costretta a scendere in strada, con ancora il pigiama, per mettersi in salvo e chiamare la polizia. La donna, temendo per la propria incolumità, avrebbe chiesto agli agenti del commissariato di Partinico di non essere lasciata sola col figlio.

Come appreso dagli agenti, il giovane, figlio di una coppia di genitori separati ormai da anni, aveva mal digerito questa conclusione del rapporto e, da quel momento, nei confronti della donna aveva assunto un atteggiamento autoritario e dispotico, spesso sfociato in violenze di sorta.

Dell’ultimo episodio sarebbero stati testimoni gli stessi agenti che avrebbero udito dalle loro orecchie le minacce rivolte alla donna e la pretesa della consegna di una somma oscillante tra i 500 ed i 1000 euro, non si capisce a che titolo ma, certamente, indirizzata con modi inurbani.

Come raccontato dalla madre, la violenza e l’aggressività, divenute “ordinarie” in quel nucleo familiare, quella sera erano trascese, forse anche a causa di uno stato di alterazione da alcool del giovane, così come testimoniato dalla circostanza che, a causa di uno scatto d’ira, l’uomo aveva divelto la porta di una stanza dell’appartamento.

L’autorità giudiziaria ha convalidato la custodia cautelare.