“Il Mosaico gode di ottima salute, l’ha dimostrato con questo risultato, e già sta lavorando per cercare, nonostante le difficoltà e gli impegni della campagna elettorale, di portarci avanti sul piano programmatico e progettuale”. È questa la prima risposta a caldo data da Roberto Gambino, leader del movimento civico il Mosaico, nel corso dei festeggiamenti avviati ancora a scrutinio in corso, nelle ultime ore del 12 maggio, mentre abbracciato al sindaco Alberto Arcidiacono percorreva corso Pietro Novelli, godendosi il bagno di folla in città.

“Il Mosaico è stato determinante per la vittoria di Alberto, l’ha dimostrato soprattutto con il risultato conseguito a Monreale centro. Questa alleanza era la più giusta e naturale per questo territorio”.
Per lui non si prospetta alcun incarico istituzionale. “Il mio sarà un ruolo legato alla spinta progettuale, dall’esterno dell’amministrazione, a garanzia di un movimento, il Mosaico”.

E Gambino è già all’opera. “Durante le operazione di voto, nel pomeriggio, con Alberto abbiamo già cominciato a ragionare su alcuni dei problemi più spinosi da affrontare, come la riorganizzazione dei servizi e del personale del comune, legata sia ai pensionamenti, alla demotivazione, allo sfascio amministrativo. Già discusso su come ripartire. Sarà difficile, ma si parte da questo tipo di impostazione per dare altre risposte”.

Dall’apparentamento con Arcidiacono il Mosaico non ha preteso alcun posto in giunta. “Abbiamo rifiutato le logiche delle poltrone – si legge in un comunicato del movimento “Il Mosaico” -. Abbiamo scelto di continuare a scommettere su un progetto civico per rilanciare la progettualità e la programmazione del nostro comune nel nostro territorio. Siamo già all’opera per cercare, in extremis, di non sprecare opportunità per il nostro comune, più di 800.000 € di finanziamenti già destinati a Monreale. Abbiamo ancora solo 28 giorni per presentare i progetti e la nuova amministrazione non si è ancora insediata. Noi non rinunciamo a dare il nostro contributo: responsabilità, competenza e spirito di comunità. Questo è il Mosaico”.