Le feste a “bballu” nella tradizione contadina salutavano la fine di un ciclo di lavoro diventando l’occasione per dimenticare tutta la stanchezza e per prepararsi a una nuova stagione.
Come in una gioiosa festa al tramonto, domenica 22 settembre, a partire dalle 19.00, la Piccola Orchestra di Arci Tavola Tonda proporrà danze e suoni sotto il cielo dello Spasimo (ingresso libero fino ad esaurimento posti) con un ensemble sul palco che eseguirà brani della tradizione per danzare guidati dai docenti della scuola: Barbara Crescimanno, e Giuseppe Paradiso accompagneranno anche i più inesperti mostrando passi semplici da portare in pista.

Sul palco si intrecceranno i ritmi dei tamburelli e delle percussioni alle melodie della fisarmonica e dell’organetto fino alle dolci note del flauto traverso, del liuto arabo e della chitarra. Zampogna, violino e mandolino innesteranno ballate coinvolgenti per trascinare in una danza corale tutti i partecipanti. Una serata dedicata agli amanti di musica e danze popolari in cui ballare insieme, seguendo un percorso che andrà dalle tarantelle del Sud Italia alle bourrée francofone, dalle danze in cerchio balcaniche e bretoni ai “lenti” come la mazurka e il valzer, dalla scatenata pizzica al divertente scottish, dalla tammurriata fino alla “sudatissima” contradanza finale. Durante la serata non mancherà un aperitivo rinforzato.

Tavola Tonda è un’associazione di promozione sociale affiliata all’Arci. Obiettivo dell’associazione è la rivalutazione e la promozione del patrimonio culturale della Sicilia e del Mediterraneo, con particolare attenzione verso la musica e le danze tradizionali.

L’orchestra, è un ensemble formato da docenti, allieve e allievi della Scuola di Musica e Danze. In formazione ridotta l’orchestra conduce le feste a ballo mensili di Arci Tavola Tonda e suona stabilmente per i festeggiamenti del 25 Aprile per l’evento ‘Liberi anche di ballare e cantare’. La Piccola Orchestra di Tavola Tonda è stata invitata a partecipare ai più importanti festival europei di danze tradizionali, tra cui le edizioni 2017 e 2018 del GranBalTrad a Vialfrè, Andanças 2018 e Tradidanças 2019 in Portogallo.