Novità nella composizione della giunta del Comune di Monreale. Saranno con molta probabilità i consiglieri comunali Ignazio Davì e Sandro Russo i nuovi assessori che a breve verranno nominati dal sindaco Alberto Arcidiacono.

Come consentito dalla normativa regionale (ddl n. 377/303), il comune di Monreale (che rientra nella fascia tra quelli con popolazione tra 30 mila e 100 mila abitanti) potrà portare da 5 a 7 il numero dei componenti della giunta, così da rispondere più adeguatamente alle esigenze di governo (erano queste le motivazioni della norma presentata all’ARS da Diventerà Bellissima).

Si attende nei prossimi giorni l’ufficializzazione da parte del sindaco Alberto Arcidiacono, ma sembra che l’accordo tra i componenti della maggioranza sia stato trovato intorno a questi due nomi, così da garantire un maggiore equilibrio tra le forze che governano la città.

Sandro Russo è consigliere comunale di “Obiettivo Futuro”, la lista che ha appoggiato sin dall’inizio Arcidiacono nella corsa a sindaco della città, conseguendo 1.120 preferenze, ed esprimendo due consiglieri comunali. Russo, appunto, che aveva ottenuto 309 preferenze, e Riccardo Oddo, 221. Con la nomina di Russo quindi anche “Obiettivo Futuro” sarà rappresentata in giunta.

Stesso principio per Ignazio Davì, consigliere comunale del gruppo “Il Mosaico”, la lista del candidato sindaco Roberto Gambino che si era apparentata con Arcidiacono per il ballottaggio. Con 5 consiglieri in aula (oltre ad Ignazio Davì siedono Fabrizio Lo Verso, Davide Mirto, Letizia Sardisco, Francesco La Barbera), Il Mosaico non dispone ancora di alcun uomo in giunta.

Sia Russo che Davì si erano candidati con liste civiche, ma hanno sempre mantenuto la propria tessera del Partito Democratico. Con il loro ingresso aumenterebbe considerevolmente nell’amministrazione della città il peso del partito di Zingaretti. 3 assessori su 7, essendo anche la collega Rosanna Giannetto (candidata al consiglio con Monreale Bene Comune) una iscritta al PD. Una conferma dell’orientamento civico dell’amministrazione a guida Arcidiacono, sostenuta anche dai consiglieri di centro destra di Diventerà Bellissima. In giunta inoltre diverse figure tecniche.

Ancora da sciogliere il nodo della vicesindacatura. Un ruolo che, secondo indiscrezioni di palazzo, dovrebbe spettare al gruppo “Il Mosaico”, e che quindi vedrebbe proprio in Ignazio Davì, nel caso di una conferma del suo ingresso in giunta, l’assessore più quotato.