“Apprendiamo con grande stupore che l’assessore comunale alla Mobilità di Palermo, Giusto Catania, ha incontrato i referenti delle sigle sindacali Fiom e Fillea di Palermo per discutere sul nuovo appalto delle tre linee del tram. Ci rammarica che l’assessore non abbia avvertito l’esigenza di coinvolgere, per discutere su un’opera così importante, anche i nostri sindacati, che rappresentano certamente centinaia e centinaia di lavoratori”. Lo dicono, in una nota congiunta, il segretario regionale della Filca Cisl Sicilia, Paolo D’Anca, e il segretario provinciale della Fim, Antonio Nobile.

“Speriamo – procede la nota – che l’assessore abbia il buon senso in futuro di prevedere un incontro con tutte le single sindacali, perché di fronte a opere così strategiche per il futuro dei lavoratori e della città, non si possono alzare bandiere ma solo unirsi per chiedere all’unisono il coinvolgimento degli edili e dei metalmeccanici disoccupati e soprattutto la conclusione dei lavori nei tempi previsti”