Primi contagi da Coronavirus a Casteldaccia e a Castelbuono. Si tratta di persone appena rientrate dall’estero.

A Casteldaccia, i due positivi sono due ragazzi arrivati da fuori Sicilia e sottoposti al tampone: sono asintomatici e le loro condizioni non sono gravi. Si trovano in quarantena e non hanno avuto alcun contatto con altre persone.

La notizia è stata resa ufficiale dal sindaco Giovanni Di Giacinto con una diretta facebook, come hanno fatto altri suoi colleghi in precedenza, come Bagheria e Santa Flavia.

I due giovani sono comunque asintomatici e stanno bene. “Non ci si deve allarmare per questa notizia – ha detto il sindaco – Sono due ragazzi che venivano da fuori e sono stati sottoposti al tampone. Ne sono stati effettuati 2 e sono risultati positivi. Altre persone venute da fuori sono stati sottoposti al tampone e sono risultati negativi.
I due ragazzi sono a casa in quarantena. Non hanno avuto nessun contatto quando sono arrivati da fuori. Aspettiamo gli ulteriori controlli da fare nei prossimi 15 giorni”.

Il sindaco invita la cittadinanza a rispettare le ordinanze nazionali e comunali secondo le quali è necessario rimanere a casa.

“Vi invito a rimanere a casa come previsto. Sono pronto a rispondere alle domande a chi lo richiede. Spero che siano i primi e gli ultimi casi di coronavirus a Casteldaccia”.

Finora la situazione dei paesi dell’hinterland è la seguente: a Bagheria sono risultate 25 persone positive al contagio, e 4 sono successivamente guarite.

A Santa Flavia i contagiati sono risultati 2, fra cui un bambino di 6 anni, che dopo il ricoverato è guarito ed è ritornato a casa con la sua famiglia.

Primo contagio a Castelbuono: è un ragazzo rientrato dall’Inghilterra che prima di giungere in Sicilia aveva già accusato sintomi da Coronavirus, aveva avvertito i familiari, e poi è risultato positivo al tampone.

A Borgetto infine spunta il terzo caso di Covid-19.