Continuano le iniziative dell’Unione Italiana Ciechi per la prevenzione dell’occhio pigro, conosciuto in letteratura come ambliopia. Si tratta di un deficit visivo che si manifesta in età pediatrica e che può essere risolto attraverso un intervento tempestivo. Per questo l’Unione dei ciechi di Palermo, domani dalle 9 alle 18, offrirà nei locali dell’Istituto Florio-Salamone di via d’Angiò, ai bambini di età compresa tra i 12 mesi e i 5 anni uno screening completo da parte di un’equipe medico-oculistica.

Per partecipare allo screening è necessario prenotare la visita telefonando al numero dedicato 0916162405 oppure scrivere a uicpa@uiciechi.it.

Questa giornata dedicata alla prevenzione è organizzata dalla sezione territoriale di Palermo dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, in occasione del V Convegno nazionale AMGO, che ha ottenuto il Patrocinio del Ministero della Salute, sulla prevenzione e l’intervento precoce dell’ambliopia che si terrà venerdì a partire dalle ore 9.00 presso lo stesso Istituto. “A me gli Occhi” è così che si chiama la campagna dell’AMGO che si propone di sensibilizzare le famiglie su questo tema. Medici, operatori sanitari, associazioni e istituzioni si riuniranno venerdì a Palermo per confrontarsi sull’importanza della correzione ottica precoce nell’età dello sviluppo, sulla chirurgia dello strabismo, sul nistagmo, l’ambliopia e altre disabilità visive nel bambino.

Robert Arnold, medico dell’Alaska condividerà la sua esperienza nello sviluppo del programma di screening dell’ambliopia “Alaska Blind Child Discovery” e i risultati del Pediatric Eye Disease Investigator Group, per il quale è stato investigatore e sviluppatore di protocolli nonché dei risultati degli studi di screening della vista su larga scala MEPEDS e BPEDS. Il programma scientifico della giornata prevede anche una tavola rotonda dal tema “Occhiali e lenti a contatto in età pediatrica”, argomento particolarmente delicato, in quanto, un efficace trattamento antiambliopico passa spesso anche da una ottimale correzione ottica.

È alle famiglie che Tommaso Di Gesaro, presidente della sezione territoriale di Palermo dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti si rivolge principalmente: “Bisogna avere molto a cuore la vista dei nostri bambini – dice – se ci sono delle problematiche come l’ambliopia o altri difetti visivi, se presi in tempo, possono essere curati e si può evitare che il problema, col passare degli anni, possa aggravarsi. La prevenzione è importante. Gli screening sono gratuiti. Ed esorto i professionisti a partecipare al convegno. Sarà un’occasione importante per confrontarsi e aggiornarsi sulle tecniche più moderne delle quali oggi possiamo avvalerci per intervenire sui nostri bambini”.