“Antonino Buffa, che tutti conoscono come Nino ‘u Ballerino, ha le carte in regola, e la CIDEC è lieta e orgogliosa di annoverarlo, da tempo, tra i propri iscritti” : con queste parole Salvatore Bivona, presidente provinciale della Confederazione Italiana Esercenti Commercianti di Palermo, interviene per fare chiarezza sulla vicenda che vede il noto focaccere di corso Camillo Finocchiaro Aprile destinatario di una denuncia per occupazione del suolo pubblico notificata dai Carabinieri della Compagnia di San Lorenzo.

“Quanto accaduto a Nino, che non è affatto nei guai come qualcuno ha erroneamente scritto, è emblematico della necessità immediata di mettere ordine nell’attuale regolamento comunale che riguarda i dehors – spiega Bivona, che precisa di parlare a nome di tutti gli esercenti accomunati dallo stesso disagio – e, più in generale, il commercio sul suolo pubblico: l’accusa che gli viene mossa è di occupare con le sedie e i tavolini la sede stradale senza alcuna autorizzazione, ma in realtà il problema riguarda soltanto le fasce orarie nelle quali è consentito che un gazebo possa essere allestito fuori dall’ attività commerciale”.

La Cidec spiega ancora che “Nino, infatti, è in possesso di un’autorizzazione, rilasciata dal Comune di Palermo, sulla quale sono intervenute successive modifiche unilaterali che hanno ristretto il permesso limitandola di fatto: dalle ventiquattro ore si è passati alle cinque attuali”.