Scadrà oggi alle 20 il termine ultimo per partecipare al bando relativo all’acquisizione del Palermo. Dopo toccherà al Sindaco Orlando decidere a chi affidare la rinascita del club di viale del Fante. In corsa per questo “posto” c’è il duo composto dal palermitano Mirri e dall’ex dg rosanero Sagramola, l’italoamericano Di Piazza che, tramite il proprio profilo Facebook, continua a mandare messaggi e potrebbe proprio creare un gruppo con Mirri, il fondo Zurich Capital Funds con sede a Londra ma anche Massimo Ferrero che, il giorno dopo la pubblicazione del bando, si era tirato fuori perché credeva di essere già sconfitto.

L’attuale presidente della Sampdoria è anche stato a Palermo l’11 luglio, ha incontrato l’ex capitano della Nazionale italiana femminile, Pamela Conti, con la quale ha parlato del progetto di creare una squadra femminile, così come chiesto nel bando.

Il “viperetta” sembrava entusiasta, però, dopo aver visto il bando pubblicato dal Sindaco ha, pubblicamente, ritirato la propria candidatura perché “Mi è parso che le condizioni – ha dichiarato- abbiano a che vedere più con un aspetto politico territoriale che non prettamente calcistico. Il sindaco Orlando sta svolgendo al meglio il suo ruolo di primo cittadino in questa direzione. Il mio interesse per il Palermo non è di questo tipo: è passionale, manageriale, strutturale”. Ferrero si riferiva anche alla multiproprietà perché, come noto, lui è presidente della Sampdoria e questo creerebbe delle problematiche nell’acquisizione del Palermo. Nonostante questi “paletti” l’interesse non è mai scemato e infatti sono stati avviati i contatti con Beppe Iachini cercando di capire l’eventuale disponibilità ad allenare il Palermo in Serie D e con Giorgio Perinetti che dovrebbe avere il ruolo di Direttore Sportivo.

Ferrero oggi sarà in città, presenterà tutta la documentazione necessaria e in più allegherà i documenti dove si certifica la trattativa, che dovrebbe chiudersi a breve, per la vendita della Sampdoria al gruppo guidato dall’ex calciatore Gianluca Vialli.

Quale sarà la società a guidare la rinascita del Palermo si dovrebbe conoscere domani perché, per oggi, presumibilmente alle 19, è prevista una riunione tra il Sindaco e l’ex presidente del tribunale Guarnotta per decidere a chi affidare i rosanero.