Il presidente della Lega nazionale dilettanti, Cosimo Sibiliardo, ha inviato al sindaco di Palermo Leoluca Orlando una nota che contiene l’ufficializzazione dell’esclusione dell’Us Città di Palermo dal campionato di serie B e il richiamo alla possibilità di iscrizione di una nuova società, anche in sovrannumero, al campionato di serie D.

Dall’amministrazione comunale è stato comunicato alla Lnd che è già stato avviato l’iter per l’assegnazione del titolo sportivo con la pubblicazione di un avviso pubblico che scadrà alle 20 di martedì 23 luglio, motivo per cui gli uffici della Lega dilettanti hanno inviato al sindaco i modelli per gli adempimenti necessari all’iscrizione della “costituenda società Palermo al campionato di serie D/Lnd 2019-2020”.

A proposito dell’avviso per l’individuazione della proposta migliore per la nuova società che rappresenterà la città nel mondo del calcio, ieri sera sono scaduti i termini per eventuali richieste di chiarimenti sulla partecipazione. In sette hanno chiesto delucidazioni e fra questi non c’erano Dario Mirri, Tony Di Piazza e Massimo Ferrero, soggetti comunque interessati a partecipare alla gara pubblica. Il patron della Sampdoria dopo avere annunciato un passo indietro ha confermato, invece, la propria intenzione di prendere il titolo sportivo del Palermo.