La gentilezza come contrasto alla violenza, il rosa come speranza di azzerare quel rosso che connota un numero sempre maggiore di femminicidi, la bellezza come antidoto alla bruttezza e all’inaccettabile numero dei femminicidi. La giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne si colora di rosa a Palermo.

È il comitato delle “Patronesse di Palermo” dell’Associazione Nazionale del Fante che affronta il 25 novembre con iniziative che attraversano l’universo femminile valorizzando il ruolo della donna nel tempo attraverso le espressioni artistiche.

“E’ il modo che abbiamo scelto quest’anno – dice Enza Fundarò, presidente delle Patronesse di Palermo – per tornare alle radici di una società in cui la donna esprimeva una sacralità nella funzione di generatrice, protettrice della specie e luogo dell’accoglienza e del dialogo che oggi sembra essersi smarrita. Un’occasione per non dimenticare le svariate sfumature dell’universo femminile”.

L’Universo femminile: forza vs fragilità o …? è tema su cui si sono confrontati numerosi artisti le cui opere saranno presentate dal Tommaso Romano sabato 23 novembre alle ore 16 alla Sala Scafidi di Villa Niscemi a Palermo. La progettazione e la direzione artistica è stata affidata per l’occasione a Eleonora Fogazza. E sul tema, in un  dibattito, nella Sala delle Carrozze di Villa Niscemi alle 17, si confronteranno Massimo Cultraro, ricercatore del CNR, Tommaso Romano scrittore e filosofo, Alessandra Sinatra presidente della camera nazionale degli avvocati per la persona le relazioni familiari e i minorenni, Monica Cerrito poetessa e artista.