Caterina Chinnici, eurodeputata del gruppo S&D, sarà componente delle commissioni Libe (Libertà civili, giustizia, affari interni) e Cont (Controllo dei bilanci) nel corso della legislatura 2019-2024 del Parlamento Europeo. La composizione delle nuove commissioni è stata definita durante la sessione d’apertura che si è svolta questa settimana a Strasburgo.

Sia nella Libe che nella Cont l’europarlamentare siciliana ha già lavorato durante il quinquennio scorso, occupandosi di importanti dossier poi approvati dall’assemblea legislativa. Tra questi il regolamento che ha istituito la Procura Europea, quello sul riconoscimento degli ordini di confisca dei patrimoni illeciti e le direttive sulle unità di intelligence finanziaria, sul contrasto al terrorismo, sulle banche dati per il corretto funzionamento dell’area Schengen di libera circolazione e sul giusto processo minorile in UE.

“Considero l’essere stata confermata in queste due commissioni un riconoscimento al lavoro svolto nella precedente legislatura – commenta Caterina Chinnici – ma soprattutto è l’occasione per cercare di dare ulteriore sviluppo alla legislazione contro la criminalità organizzata e per potenziare l’azione di contrasto su scala europea, oltre che per proseguire nell’impegno a tutela dei diritti e delle libertà fondamentali. Tra gli obiettivi specifici c’è quello di continuare a stimolare il dibattito politico e istituzionale sull’adozione di una definizione giuridica comune di criminalità organizzata, un presupposto fondamentale per valorizzare al massimo gli strumenti europei anticrimine sia nuovi che preesistenti”.

Caterina Chinnici è stata inserita anche nella commissione Giuridica (Juri), in questo caso come membro sostituto.