“Presto consegna Parco via Monti Iblei, lavoriamo per area San Lorenzo e Marinella”, lo ha detto Adriano Varrica (M5S) sul passante ferroviario dopo la riunione sul passante ferroviario di Palermo con RFI, Italferr e l’assessore comunale Sergio Marino. Il deputato Adriano Varrica si dice ottimista sui completamento dei lavori di sistemazione delle aree urbane interessate dall’intervento.

“Una buona notizia per i cittadini palermitani – afferma Varrica – è che nei prossimi mesi, tra la fermata De Gasperi e quella San Lorenzo, sarà realizzato l’area di verde urbano con percorso salute. Un traguardo oggi vicino grazie alla piena condivisione di intenti con Rfi e Italferr con cui, dall’inizio del mio mandato, sono impegnato nel trasformare gli interventi infrastrutturali di Palermo in occasioni di riqualificazione urbana del territorio. La riunione svolta su mio impulso alla presenza anche dell’assessore Sergio Marino va in questa direzione”.

Ma la zona interessata non è solo quella che va dalla zona stadio alla zona San Lorenzo. “Partendo da una interpellanza parlamentare da me depositata la scorsa settimana – spiega l’esponente del Movimento 5 Stelle – stiamo vagliando l’idea di portare avanti una manifestazione d’interesse per l’area ferroviaria tra la via Stazione San Lorenzo, il centro commerciale di via La Malfa e Piazza Stazione San Lorenzo, valutando la fattibilità di dare in concessione quell’area, con lo scopo di riqualificarla e trovando un equilibrio tra gli interessi privati e le esigenze di tipo collettivo. Se per esempio dei privati volessero realizzare dei campi sportivi si potrebbe mettere il vincolo di destinare un certo monte orario per le scuole o realtà con finalità sociali. Stiamo promuovendo, infine, un ulteriore approfondimento sull’area ferroviaria in corrispondenza della Marinella, ragionando anche con la cittadinanza sulle opzioni disponibili”.

“Nei prossimi giorni – conclude Varrica – vi saranno ulteriori interlocuzioni anche coinvolgendo il Sindaco di Palermo. Sono convinto che lo spirito costruttivo e cooperativo finora testimoniato da tutte le parti possa portarci a realizzare qualcosa di utile per la città”.