Sono la Podistica Messina tra le donne e la Marathon Monreale tra gli uomini guidano, dopo due tappe,a guidare le classifiche generali a squadre del Running Sicily. A metà del circuito, che culminerà il 20 ottobre prossimo con la Palermo International Half Marathon, valida per il titolo italiano assoluto di Maratonina, si delineano le gerarchie in classifica.

Dopo le prove di Cefalù e Capo d’Orlando, la Podistica Messina è in testa alla classifica femminile con 1.595 punti davanti all’Asd Torrebianca (1.487), all’Esercito 62^ Reggimento (1.368). Momentaneamente fuori dal podio Meeting Sporting Club (1.308), quarta, e Asd Marathon Altofonte (1.152), quinta. Tra gli uomini a monopolizzare il primo posto è, invece, la Marathon Monreale (11.392 punti) chiamata a difendere il primato in casa il prossimo 23 giugno nel Trofeo Città di Monreale, gara valida quale terza tappa del Running Sicily – Coppa Conad.  Piazza d’onore, almeno per il momento, per l’Asd Podistica Pattese (8.933) seguita dall’Asd Torrebianca (8.355), mentre quarta è la Palermo Running (6.930) e quinta la Podistica Messina (5.666).

“La lotta è aperta e saranno le ultime due gare a decidere  la lotta per il primato – sottolinea il presidente dell’Agex, Nando Sorbello – già dalla prossima tappa a Monreale e, soprattutto nella Palermo International Half Marathon del 20 ottobre, ci saranno tanti punti in palio per ridisegnare le classifiche”.

Prossimo appuntamento, quindi, il 23 giugno con la VII edizione del Trofeo Città di Monreale, gara che lo scorso anno vide alla partenza 600 atleti. “Bilancio più che positivo al termine delle due tappe siciliane del Trofeo Running Sicily, a testimonianza del crescente interesse degli sportivi e di tutti gli appassionati verso il mondo della corsa – spiega Vittorio Troia, direttore generale Conad Sicilia –  la nostra azienda è costantemente impegnata nel donare un contributo tangibile alla comunità che ci sostiene e anche la corsa su strada, come tutti gli eventi che promuovono lo sport e la cultura, sono una grande occasione di crescita e di promozione, per noi e per il territorio siciliano”.