Domani a Palermo parte la fase numero cinque del piano della raccolta differenziata. Un provvedimento che vedrà coinvolte circa 10 mila famiglie del capoluogo che riceveranno la lettera da parte del comune di Palermo. Così la raccolta differenziata giunge fino a Settecannoli e sarà avviata, secondo le previsioni, il primo di ottobre.

I residenti a partire da lunedì prossimo potranno ritirare al centro di raccolta di viale dei Picciotti il materiale utile all’avvio della raccolta differenziata come bidoni, sacchetti. Un modo per iniziare ad abituarsi alla pratica del rifiuto differenziato iniziando a selezionare umido, plastica, vetro, carta, ferro e indifferenziato. Chi non potrà ritirare gli “attrezzi” per la raccolta differenziata riceverà comunque il tutto grazie al passaggio degli uomini della Srr.

L’area che sarà servita dal nuovo step del porta a porta coinvolge via Lincoln, via Decollati, via Matera, via Gangitano, Corso dei Mille , Piazza Torrelunga, via Diaz, via Messina Marine, Foro Umberto I.

Presso le grandi utenze presenti sul territorio del V step si sono organizzati anche eventi formativi curati dalla Palermo Srr per spiegare le corrette modalità di raccolta e sciogliere i dubbi sulla sua. Particolare attenzione si è rivolta agli istituti scolastici ed alle strutture sanitarie presenti nell’area, in alcuni di questi si sono svolte attività specifiche, propedeutiche all’avvio del servizio, che hanno interessato tutto il personale.

Secondo il sindaco, Leoluca Orlando, “l’aumento dei centri di raccolta e l’estensione del ritiro a domicilio stiamo offrendo ai cittadini di buona volontà la possibilità di prenderci cura di Palermo, di rispettare il suo decoro e fare un investimento sul futuro più sostenibile della nostra città. L’amministrazione e le aziende – lancia un appello il primo cittadino – stanno facendo il massimo per garantire i servizi e ci auguriamo che da parte di tutti i cittadini vi sia una chiara presa di coscienza ed assunzione di responsabilità per il futuro dei nostri figli e nipoti”.