E’ stato scoperto e arrestato un giovane accusato di essere un truffatore seriale ai danni di anziani. A incastrarlo i carabinieri e la polizia di Stato che sono riusciti a mettere a mettere fine ai continui raggiri.

Ai domiciliari Cristiano Pompei, 24 anni, nato a Brindisi, accusato di avere truffato oltre trenta anziani palermitani affermando di essere un dipendente dell’Enel che doveva riscuotere il canone per la sostituzione del contatore.

Pompei si presentava in casa di utenti Enel e con falsi tesserini e falsi documenti e chiedeva da 200 a 300 euro per la finta sostituzione dei contatori. Il falso operaio minacciava gli utenti sostenendo di essere stato incaricato dall’azienda di staccare la fornitura di energia elettrica immediatamente se non fosse stato saldato il conto.

Il giovane avrebbe messo a segno i colpi in diverse zone della città. Almeno trenta quelli già contestati nell’ordinanza, ma gli investigatori pensano che siano molti di più. Gli arresti domiciliari sono stati disposti dal gip Maria Cristina Sala.

Le indagini condotte dai carabinieri della stazione Crispi e dagli agenti del commissariato San Lorenzo sono state coordinate dal pm Maria Rosaria Perricone. Le truffe sono state messe a segno dal settembre del 2018 al aprile di quest’anno. Oltre alle testimonianze dei truffati anche le immagini dei sistemi di videosorveglianza dei condomini che hanno ripreso Pompei arrivare in casa degli anziani e andare via.