I finanzieri, hanno scoperto un giovane C.S., 28 anni, di Carini, percepiva il reddito di cittadinanza senza averne diritto.

Uno dei requisiti necessari per il sussidio è quello di essere residenti nel nostro Stato da almeno due anni.  Incrociando i dati Inps con quelli dell’Anagrafe degli italiani residenti all’estero, gestita dal Ministero dell’Interno, è stato verificato che il giovane, pur essendo formalmente residente all’estero sino al 15 ottobre del 2018, ha dichiarato il falso nella propria domanda, necessaria per il rilascio del menzionato sostegno, di risiedere nel comune di Carini da più di due anni.

Gli uomini de baschi verdi hanno proceduto al sequestro della “card” Poste Italiane dove vengono accreditate le somme mensili e denunciato il giovane responsabile dell’indebita percezione del sussidio di 4mila euro.