Sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Palermo i due negozi di bici a Palermo dove sono stati scoperti dal servizio della trasmissione le Iene due presunti furbetti del reddito di cittadinanza.

Uno dei commercianti beccati sul luogo di lavoro ha aggredito il cameraman e il giornalista a calci e pugni. Le indagini per accertare eventuali reati sono ancora agli inizi.

Il caso sollevato dalla trasmissione, in onda  su Italia Uno, rappresenta una fattispecie ancora non finita in indagini delle forze dell’ordine. Fino ad ora sono stati denunciati impiegati e lavoratori in nero che senza requisiti intascavano il sussidio.

In questo caso si tratta di due titolari di aziende che avrebbero percepito indebitamente i soldi del reddito. Al momento, come spiegano gli investigatori, le indagini  sono ancora agli inizi e i sequestri sono amministrativi per eseguire tutti i controlli e verificare se siano stati commessi reati. Sono state sequestrate anche le carte bancomat del sussidio.

I furbetti violenti del reddito di cittadinanza

STASERA A LE IENE: I FURBETTI DEL REDDITO DI CITTADINANZAFabio lavora in nero e incassa anche 638 euro di reddito di cittadinanza. Poi, se glielo fai notare, come ha fatto Ismaele La Vardera, ti prende pure a schiaffoni. Non perdetevi il servizio, stasera a Le Iene, dalle 21.15 su Italia1 ➡️ https://bit.ly/33xnyRZ

Publiée par Le Iene sur Mardi 15 octobre 2019