Scattano i controlli della Polizia municipale di Palermo nell’ambito degli interventi finalizzati al rispetto delle linee guida volte al contenimento del Covid19. Questa mattina gli agenti hanno effettuato una serie di verifiche all’interno del mercato rionale di Borgo Nuovo.

Nel corso dei controlli i vigili urbani operanti hanno multato, con sanzioni da 309 euro ciascuna, cinque venditori per mancata esibizione della regolare autorizzazione alla vendita. Una sesta persona è invece fuggita lasciando in strada alcune cassette di frutta e verdura che sono state poste sotto sequestro.

Inoltre, fuori dal mercato sono state elevate sanzioni per violazioni al codice della strada: due persone sono state multate per il mancato utilizzo del casco protettivo a bordo del motociclo, un’altra è stata sanzionata come passeggero senza casco; sette sanzioni sono state elevate per soste irregolari, due per mancanza di assicurazione e due per circolazione contromano.

Intanto attenzione puntata anche su altri mercati della città che necessitano di regolamentazione. “Procedono le fasi operative per regolamentare il mercato dell’usato all’Albergheria di Palermo – dice  il capogruppo del Movimento 5 Stelle al Consiglio comunale, Antonino Randazzo – . E’ stata approvata la graduatoria definitiva per l’affidamento del servizio di gestione del Mercato dell’usato e del libero scambio nel quartiere Albergheria. Ci auguriamo si arrivi presto a regolamentare il mercato dell’usato con regole chiare e che siano rispettate così che finalmente si potrà distinguere fra chi vende merce usata e merce illegale e rubata, vi sia un sistema di controlli e di gestione dei beni invenduti al fine di contrastare le discariche a cielo aperto e il degrado e che il tutto avvenga in armonia con i cittadini residenti esasperati e tutelandone le loro esigenze e i loro diritti. Sono dell’idea che in generale i centri di riuso siano utili sia per dare opportunità lavorative e anche a sostegno di quelle famiglie che hanno difficoltà economiche, inoltre un buon supporto alla prevenzione dei rifiuti donando una seconda vita ai beni”.