Il tragitto in auto dall’aeroporto a casa, lo scoppio del motore, il rischio di un’esplosione. Tragedia sfiorata per Maria Luisa Macellaro La Franca, musicista e compositrice palermitana di 39 anni, tra le poche direttrici d’orchestra italiane.

La donna, con la sua famiglia, stava rientrando da Roma dove aveva presentato un libro con Corrado Augias, quando improvvisamente la macchina ha preso fuoco. A salvarli dalle fiamme tre rom.

Maria Luisa ha raccontato l’accaduto su Facebook: “Stavamo uscendo in macchina dall’aeroporto quando abbiamo avuto un incidente e la macchina ha quasi preso fuoco, siamo vivi grazie a tre ragazzi Rom che ci hanno salvato la vita”.

Inizialmente il boato proveniente dal motore scambiato per lo scoppio di un oggetto in strada, poi la macchina che non risponde più ai comandi mentre il fumo ha già invaso l’abitacolo. E’ successo tutto in pochi secondi. Il conducente riesce a guidare e ad arrestare l’auto fino alla vicina stazione di servizio.

A questo punto Maria Luisa e i suoi familiari sfilano le cinture, mentre il fumo comincia ad invadere tutto il perimetro della stazione. Momenti di panico a cui segue il fuggi fuggi dei presenti per via delle vicine alle pompe di benzina e il rischio di un esplosione.

Con l’auto ferma ma ancora accesa viene il peggio. Mentre Maria estrae la figlia mettendola in salvo, il marito perde i sensi e rimane dentro il veicolo. Le urla disperate attirano tre ragazzi rom che si precipitano. In due riescono ad estrarre l’uomo, ormai stordito e sotto choc, mentre il terzo riesce a spegnere la macchina evitando l’esplosione.

“Non so neanche il nome di questi ragazzi rom che ci hanno salvato la vita – dice Maria Luisa La Franca su Facebook-. Non so neanche come ringraziarli. Ho pensato che mia figlia fosse morta. Non so se riuscirò a dimenticare quello che è successo. Penso a quei tre angeli: volevo dirgli grazie”