La querelle tra Fabio Citrano addetto stampa del Comune di Palermo e il ministro dell’Interno Matteo Salvini non si è chiusa. Anzi è solo all’inizio.

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando avvertito di quanto postato su Twitter dal suo addetto alla comunicazione Fabio Citrano ha chiesto al segretario generale di valutare provvedimenti disciplinari.

“Sono stato informato di uno scambio di post su Fb fra Matteo Salvini e uno dei giornalisti che compongono l’ufficio stampa del Comune – ha scritto il sindaco Orlando su Facebook – Ne ho subito dato comunicazione al Segretario generale del Comune perché valuti i provvedimenti disciplinari del caso”.

Salvini aveva scritto un post riferito ad Orlando e alla sua disobbedienza. Col Pd nel caos e clandestini, con la Lega ordine e rispetto. Certi sindaci rimpiangono i bei tempi andati sull’immigrazione ma anche per loro è finita la pacchia”.

Al post Fabio Citrano ha risposto con un Suca. Il ministro dell’Interno ha ripreso il commento e ha scritto un altro tweet. “La professionale replica che ho ricevuto dal responsabile stampa del Comune di Palermo: “Suca”, Capito? un vero lord, ma questi dove pensano di essere”.