Stop alle carrozze trainate da cavalli con temperature di almeno 37° o in presenza di allerta meteo rossa: questo è in sintesi quanto stabilito dalla nuova ordinanza è messa al sindaco di Palermo Roberto Lagalla. Il primo cittadino ha incontrato quest’oggi una delegazione dei cocchieri per trovare soluzioni condivise al fine di tutelare la salute degli equini. L’atto sarà in vigore a partire dal 18 luglio.

Le regole della nuova ordinanza

Una presa di posizione, quella del sindaco, dettata dall’ennesima protesta da parte del mondo ambientalista, che ha chiesto nei giorni scorsi regole stringenti a tutela degli animali. Ciò a causa delle alte temperature registrate in questo inizio d’estate nel capoluogo siciliano.

A partire dal 18 luglio, “in caso di allerta meteo rossa, la circolazione di vetture pubbliche a trazione animale sarà vietata dalle ore 12.30 alle ore 16. Inoltre, lo stop sarà in vigore dalle ore 13 alle ore 15.30 nei giorni in cui sarà rilevata una temperatura dai 37 gradi in su”.

Un provvedimento che sarà accompagnato da regole suppletive, come quella del riposo di 10 minuti ogni due ore di lavoro sostenuto dai cavalli. Equini che dovranno essere idratati con una certa frequenza. A tal proposito, i Cocchieri dovranno dotarsi di una dispensa d’acqua di dieci litri.

Lagalla: “Ordinanza va incontro ad esigenze degli animali”

Soddisfatto del risultato ottenuto il sindaco di Palermo Roberto Lagalla, che ha così commentato l’esito dell’incontro con i cocchieri. “L’ordinanza vuole andare incontro alle esigenze degli animali e di coloro che svolgono questo servizio, molto utilizzato dai turisti durante l’estate. Salvaguardando la salute dei cavalli – sottolinea il sindaco Lagalla – si tutela allo stesso tempo il lavoro svolto dai cocchieri. Lavoratori comunque già impegnati nella cura degli equidi. Animali sottoposti costantemente ad esami del sangue puntualmente monitorati dai veterinari dell’Asp di Palermo”.