Termini Imerese spacca il centrodestra. All’indomani del vertice di maggioranza tenuto ieri a Palazzo dei Normanni e disertato dai centristi, la scelta del candidato sindaco del grosso centro della provincia di Palermo è la scusa per la definitiva separazione dell’attuale maggioranza che regge il governo Musumeci.

Ad annunciare lo strappo che sembra definitivo è il leader di Cantiere Popolare Saverio Romano che ieri non era andato al vertice ribadendo come non riconosca a Miccichè il ruolo di guida della coalizione riconosciuto, invece, solo a Musumeci.

“Cantiere Popolare entra nel dibattito politico di queste settimane, in merito alla individuazione del candidato sindaco di Termini Imerese e, al riguardo, manifesta pieno apprezzamento per la candidatura di Anna Amoroso, presidente del consiglio comunale” dice Romano che sceglie, di fatto, una candidatura che va in direzione diversa rispetto a quella ipotizzata durante il vertice di ieri anche se non ufficializzata.

L’ufficialità doveva arrivare lunedì ma i centristi anticipano le mosse e spaccano “Pensiamo che l’obiettivo sia quello di lavorare per la fondamentale condizione dell’unità della coalizione del centrodestra – dice ancora Roma – anche nel comune di Termini Imerese. L’intento è quello di formare un fronte del buongoverno, mantenendo un saldo rapporto di collaborazione e di dialogo con tutti gli alleati”.

Il messaggio è chiaro e punta a far sì che sia Forza Italia ad assumersi la responsabilità della spaccatura. Nel vertice di ieri, infatti, si è deciso che chi sostiene candidati diversi da quelli scelti al tavolo palermitano non possa usare i simboli di partito. Ma Cantiere  Popolare a quel tavolo non c’era e dunque non ha siglato alcun accordo ne in questo ne in nessun altro senso e per questo motivo Romano parla di coalizione civica.

“Riteniamo, altresì, che Anna Amoroso, a capo di una coalizione civica, – precisa Romano .-possa rappresentare la sintesi migliore tra le varie componenti del centrodestra che invitiamo a convergere su questa importante candidatura. Anna Amoroso unisce, infatti, competenza, esperienza ed entusiasmo e il suo impegno quotidiano nel campo dell’assistenza sociale in favore dei soggetti più deboli ne testimonia passione politica, altruismo e sensibilità”.

“Caratteristiche, queste, che potranno rappresentare al meglio, la Città in ogni sede ed interpretare i bisogni di una comunità che sta attraversando, anche a causa della oramai grave crisi occupazionale ed economica, un momento non felice’ conclude il leader di Cantiere Popolare