Tragedia a Termini Imerese. Una donna è morta dopo due giorni di coma dopo essere stata investita da un auto.

Non ce l’ha fatta la settantenne Sara Bisesi che nella tarda mattinata di sabato scorso è stata investita da una Fiat Punto di colore grigio, in via Enrico Toti.

La Procura ha aperto un fascicolo e adesso sarà il magistrato a decidere sull’incriminazione per omicidio stradale per il conducente del mezzo.

Sul cadavere è stata disposta l’autopsia. La salma, in attesa dei funerali, sarà restituita domani ai familiari.

Secondo quanto è stato possibile ricostruire l’incidente è avvenuto poco dopo mezzogiorno, quando la donna dopo avere fatto la spese si sarebbe diretta verso casa.

Dopo essere uscita da un supermercato avrebbe imboccato a piedi la via Enrico Toti, ma mentre si trovava ancora sul ciglio della strada però sarebbe stata investita da una Fiat Punto con alla guida un quarantenne di Termini Imerese.

L’uomo si è subito fermato ed ha chiamato i soccorsi. Sono arrivate le ambulanze del 118.

La donna nella caduta avrebbe sbattuto violentemente la nuca sull’asfalto e, per questo, è stata trasportata in «codice rosso» all’ospedale «Salvatore Cimino» di Termini Imerese.

Dopo pochi minuti, però, le sue condizioni erano già gravi ed i medici hanno richiesto il è trasferimento d’urgenza nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Civico del capoluogo.

Al Civico la donna è arrivata in gravissime condizioni. Intubata è rimasta in coma farmacologico due giorni. La morte è arrivata nel primo pomeriggio di lunedì. A causare il decesso si presume sia stato un importante trauma cranico-celebrale avvenuto per la caduta.

A stabilire come sono andati i fatti saranno i rilievi effettuati dai poliziotti del commissariato di via Del Mazziere che hanno mandato tutto in Procura. Determinanti saranno i risultati dell’autopsia. Lo stesso magistrato dovrà anche stabilire se imputare l’omicidio stradale al giovane che si trovava alla guida della Fiat Punto.