La Polizia di Stato, in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal gip del tribunale di Palermo, ha arrestato G.I., 29 anni, delle Mauritius, accusato del tentato omicidio dell’ex marito della sua convivente.

Le indagini sono state condotte dagli agenti del commissariato Zisa coordinati dal pm Maria Rosaria Perricone del pool “Fasce deboli” della Procura, diretto dal procuratore aggiunto Annamaria Picozzi.

La notte del primo settembre scorso spinto dalla gelosia il convivente ha picchiato e aggredito la donna in un appartamento in via Perpignano. La vittima è riuscita a trovare rifugio in una stanza dell’appartamento e da qui ha chiamato in soccorso l’ex marito.

Quest’ultimo è arrivato in casa e non senza difficoltà è riuscito a mettere in fuga il nuovo compagno che prima di fuggire colpì l’ex marito con una coltellata al torace di almeno 15 centimetri che solo per miracolo non ha colpito organi vitali. Un testimone che si trovava in casa ha raccontato ai poliziotti cosa fosse successo.

L’aggressore è stato rintracciato a Ballarò e portato al carcere Lorusso di Pagliarelli.