I detenuti del carcere Pagliarelli di Palermo parteciperanno ad un corso di formazione per pasticceri. Il progetto “Sprigioniamo sapori” avrà luogo domani e coinvolgerà 60 detenuti in un corso con laboratori e tirocini per pasticceri.  All’interno del teatro  della casa circondariale “Pagliarelli, Antonio Lorusso”, avrà luogo l’evento di presentazione del progetto, finanziato,  nell’ambito dell’ Avviso 10/2016,  dal Dipartimento Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali.

Il progetto, gestito dall’Associazione I.D.EA. in partenariato con Associazione Orizzonti Onlus e  Pasticceria Cappello e con la collaborazione del carcere mira, attraverso varie attività come orientamento, formazione, laboratori e tirocini a favorire  il reale reinserimento dei detenuti nella società civile.

Grazie all’esperta guida dei nostri maestri pasticceri, coordinati da Salvatore Cappello, 60 uomini e donne detenuti, su 120 selezionati, impareranno la millenaria arte della pasticceria siciliana. Un tripudio di cannoli, paste reali, pupe di zucchero e torroni che sapranno sprigionare i sapori e i profumi della tradizione siciliana, “peccati di gola” che diventano miracoli di rinascita a nuova vita.