Torna a Palermo, dopo diciassette anni, Ute Lemper, la grande interprete del repertorio franco-tedesco della canzone d’autore. La cantante tedesca si può considerare l’unica vera erede di Marlene Dietrich e sarà la protagonista di un concerto con l’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta da Tonino Battista, venerdì 3 maggio alle ore 21 e sabato 4 maggio alle ore 17.30 al Politeama Garibaldi. Un repertorio che spazia da Kurt Weill, Astor Piazzolla a Georges Moustaki e Louis Armstrong

Il titolo del concerto, “Canzoni del secolo breve”, si riferisce all’espressione coniata dallo storico Hobsbawm nella sua omonima opera per indicare il periodo che va dall’inizio della Prima Guerra Mondiale al crollo dell’Unione Sovietica. Una definizione che indica anche una demarcazione temporale applicabile alla musica di quel periodo di cui la grande artista Ute Lemper è raffinata interprete.

Ute Lemper, cantante, ballerina, attrice, autrice e carismatica interprete delle opere di Kurt Weill, vanta una carriera lunga tre decenni e un background di collaborazioni illustri da Luciano Berio ai Pink Floyd, da Nick Cave a Philip Glass che scrissero brani destinati alla sua voce, da Robert Altman a Peter Greenaway che la diressero al cinema, fino al Tanztheater di Pina Bausch. L’artista tedesca è stata protagonista di celebri musical quali Cats, Der blaue engel e Chicago.