“Domani presso il dipartimento regionale Rifiuti si terrà la conferenza di servizi per definire la responsabilità della gestione post-operativa delle vasche esaurite della discarica di Bellolampo. Da anni ci battiamo per giungere alla soluzione di questa intricata vicenda amministrativa che ha concreti risvolti per la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente. Auspichiamo che finalmente tutti gli attori coinvolti al tavolo (Comune, Regione, Curatela Amia), senza rimpallo di responsabilità, giungano ad una soluzione per concludere il procedimento ad esclusiva tutela della cittadinanza palermitana”.

Lo affermano i portavoce del M5S Adriano Varrica (Camera), Giampiero Trizzino (Ars) e Antonino Randazzo (Comune di Palermo).

“La sola cosa ad oggi certa – continuano i portavoce – è che sia per legge che per buon senso una discarica chiusa va gestita e bisogna individuare il responsabile di tale delicata attività, in assenza della quale ci troveremmo a fronteggiare una bomba ecologica. Aspettiamo l’esito della riunione di domani per valutare i prossimi passaggi”.

Intanto l’emergenza incombe anche per l’ennesimo rifiuto delle discariche siciliane a ricevere l‘immondizia di Palermo