Via libera alla ztl notturna. La giunta comunale di Palermo ha approvato il provvedimento che amplia anche alle notti fra venerdì e sabato e fra sabato e domenica la ztl già in vigore di giorno.

Il nuovo regolamento della ztl notturna prevede che la limitazione alle auto già in vigore dalle 8,00 alle 20,00 venga ampliata in continuità con la ztl diurna.

Ma il provvedimento della ztl avrà orari diversi a seconda della stagione. In inverno (inteso dall’ordinanza dal 1 novembre al 30 aprile), dunque, in questi giorni entrerà in vigore alle 23 del venerdì e del sabato e si protrarrà fino alle 6 del giorno seguente. In estate, invece (intesa dall’ordinanza dal 1 maggio al 31 ottobre) la ztl notturna sarà in vigore dalle 20 di venerdì alle 6 della mattina del sabato e dalle 20 del sabato alle 6 della mattina della domenica.

Se il venerdì la ztl, dunque, inizierà la mattina alle 8 e durerà (in estate) fino alle 6 dell’indomani ininterrotamente, il sabato, invece, la ztl notturna entrerà in vigore alle 20 in estate e alle 23 in inverno per durare fino alle 6 della domenica mattina.

Durante questi orari saranno in vigore le stesse regole della Ztl diurna dunque non saranno ammesse le auto da euro 0 a euro 3 mentre le altre vetture potranno accedere solo se in possesso di un pass annuale o semestrale o se pagheranno il pass giornaliero. Varranno anche le regole di sconto sui pass per i mezzi poco inquinanti ovvero ibridi o a gas, che pagheranno la metà della ordinaria tariffa di accesso.

Per i pass giornalieri è prevista una diversa regolamentazione relativamente alla ztl notturna. Chi richiederà un pass giornaliero per le giornate di venerdì o sabato potrà circolare non fino alla mezzanotte come previsto nelle altre giornate (che poi vuol dire fino alle 20 visto che a quell’ora termina il divieto) ma il pass varrà fino alle 6 del mattino del giorno seguente.

Restano esentati ciclomotori e veicoli a due ruote oltre a tutti i mezzi di soccorso e di polizia e ordine pubblico. Restano in vigore anche tutte le altre disposizioni relative alle aree pedonali ed agli orari di carico e scarico merci oltre che le deroghe per i residenti.

Il provvedimento di ztl notturna, dunque, entra in vigore fra dieci giorni nonostante le polemiche che hanno caratterizzato tutta la fase di preparazione e nonostante i numerosi rinvii.

“I dati che ci sono stati forniti dagli Uffici attraverso il monitoraggio dei varchi di accesso alla ZTL- dichiara l’assessore Catania – mostrano chiaramente che durante le ore serali e notturne delle giornate di giovedì, venerdì e sabato si verifica un incremento significativo degli accessi veicolari in corrispondenza dei varchi ‘Roma’ e ‘Porto Salvo’, con le conseguenti ricadute negative in ordine ai livelli di inquinamento, congestione veicolare e vivibilità. Proprio questo incremento veicolare e i correlati aspetti di sicurezza pubblica – continua Catania – che sono stati oggetto di recenti riunioni con la Prefettura di Palermo e con le Forze di Polizia, durante le quali è stato posto l’accento sulle criticità che si determinano nel Centro Storico di Palermo durante le ore notturne per via della crescente frequentazione di esercizi pubblici, ci hanno convinto che fosse necessario modificare il regolamento”.

Immediatamente scattano le proteste ad iniziare proprio dal mondo della politica “Questa nuova ordinanza di giunta è l’ennesimo atto di arroganza ed un grande errore politico dell’amministrazione. Superare l’organo collegiale ed imporre una misura così dura per la mobilità cittadina non farà gli interessi della collettività” commenta a caldo  Fabrizio Ferrandelli.

“Siamo pronti alla mobilitazione e all’organizzazione di azioni legali – conclude – che possano impugnare questo provvedimento ed annunciamo battaglia. Oltre alla miopia politica e all’incapacità di dialogo, ci sono irregolarità che verranno riscontrate anche tramite le nostre recenti interrogazioni che contribuiranno a diradare i dubbi ed affermare le ragioni di chi come noi sta dalla parte della città che si indigna e ribella”