Slitta ancora la Ztl notturna dopo un dibattito dal sapore dello scontro in Consiglio comunale. Ieri sera si è tentato a sala delle Lapidi di apportare alcune modifiche al provvedimento che ha suscitato diverse polemiche a Palermo.

Dopo accese discussioni e un po’ di confusione in aula sulla conduzione dei lavori, la maggioranza, che sostiene al comune il sindaco Leoluca Orlando, e l’opposizione hanno trovato l’accordo per prelevare dall’ordine del giorno del consiglio comunale l’atto di indirizzo che riguarda il tema della mobilità e della zona a traffico limitato, anche quella notturna, in città.

Tra le modifiche che riguardano l’adozione della zona a traffico limitato di notte c’è l’applicazione del provvedimento in orari diversi a secondo delle stagioni climatiche e maggiori controlli da parte della Polizia municipale sulla movida, sugli avventori e sugli esercenti.

Le opposizioni in un primo tempo avrebbero voluto affrontare la questione esclusivamente sul piano politico, senza discutere il punto, cosa che avrebbe impedito la possibilità di presentare eventuali emendamenti. “Non intendiamo arretrare rispetto al rispetto dell’ambiente, alla qualità della vita e al rispetto per chi lavora e vive nel centro storico – ha detto il sindaco Orlando – siamo qua per condividere in consiglio il più ampio dibattito su un tema che è fondamentale per la città, per valutare e accogliere modifiche e variazioni che saranno sottoposte all’amministrazione”.

Orlando ha preannunciato che i capi gruppo di maggioranza hanno già elaborato alcuni emendamenti che l’amministrazione intende accogliere.

Di fatto il via al provvedimento slitta a venerdì 31 gennaio e nel frattempo sarà modificata la delibera con l’introduzione dei nuovi orari, dei vincoli e del sistema dei controlli integrati

“La ZTL notturna entrerà in vigore tra qualche giorno e la maggioranza consiliare ha trovato una sua compattezza nel sostenere il provvedimento. Sono questi i due fatti politici rilevanti che si devono registrare. Il resto sono solo chiacchiere – dicono i consiglieri di Sinistra Comune: Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando, Marcello Susinno – Spiace constatare che l’atteggiamento ostruzionistico dei consiglieri di minoranza abbia impedito, dopo dieci ore di Consiglio comunale, di entrare nel merito di un provvedimento che ha delineato una visione di città ecologica, rispettosa dell’ambiente e fautrice della mobilità sostenibile. Evidentemente non avevano argomenti credibili”.

“Adesso la Giunta vada avanti, cosi come ha chiesto la maggioranza, su tutti i provvedimenti indicati nel documento firmato da 22 consiglieri. Si acceleri, oltre che per l’istituzione della ZTL notturna che renderà più vivibile il Centro storico anche nelle ore notturne, per la pedonalizzazione definitiva del Cassaro e di via Maqueda; per il completamento dell’itinerario arabo-normanno; per la predisposizione del sistema di controllo elettronico del varchi ZTL e delle aree pedonali e per la realizzazione della ZTL 2”.