La ‘guerra’ a Palermo, tra favorevoli e contrari, per l’istituzione della Ztl notturna in città, si prepara ad una nuova fase.
Il sindaco Orlando ha assicurato che il provvedimento, slittato più volte, entrerà in vigore entro la fine di gennaio.

La delibera è pronta e gli uffici comunali alla Mobilità stanno lavorando alla nuova ordinanza. L’atto dovrebbe essere discusso in giunta oggi stesso, al massimo dopodomani.

La ztl notturna scatterà ogni venerdì e sabato, dalle 23 alle 6 del mattino fino a maggio e a seguire già dalle 20.
L’assessore Giusto Catania dichiara a Repubblica Palermo: “La delibera andrà in giunta entro questa settimana e gli uffici stanno già lavorando all’ordinanza che sarà emessa subito dopo: si tratta soltanto di modificare alcuni dettagli”.

Tra i punti da affrontare, quello relativo al ticket di 5 euro per entrare nella Ztl.

“Il pass per la Ztl notturna — dice ancora Catania — va pagato prima di entrare nella zona vietata alle auto, non entro la mezzanotte”.

Nei giorni scorsi, due consiglieri comunali della Lega, hanno effettuato un controllo presso i varchi della Ztl, denunciando che solo 5 di loro su una trentina sono presidiati e dotati di telecamere.

“Gli agenti ci saranno – spiega ancora l’assessore – il provvedimento partirà con i controlli adeguati”.

L’assessore Catania ha risposto nei giorni scorsi, tramite un post Facebook, a quanti sono contrari alla Ztl notturna.

“Serve – ha detto l’assessore – contro i cambiamenti climatici.