Il cortile di Palazzo Iacono, sede del municipio di Vittoria, è stato intitolato ai cugini Alessio e Simone D’Antonio, i due bambini morti dopo essere stati falciati da un suv in folle corsa mentre si trovavano seduti sullo scalino di un’abitazione, in via IV aprile, l’11 luglio scorso.

Alla cerimonia erano presenti i commissari straordinari del comune, Filippo Dispenza e Giovanna Termini, il vescovo di Ragusa, Carmelo Cuttitta, il provveditore agli Studi, Viviana Assenza (anch’essa vittoriese), la preside, Daniela Mercante della scuola “Portella della Ginestra”ed una delegazione della scuola dei due bimbi che quest’anno avrebbero frequentato la prima colasse della scuola media.

La stele è stata scoperta dalle madri di Alessio e Simone, Lucy e Valentina. Su di essa è scritto: “Perché le loro brevi vite distrutte in un soffio di tempo non vengano dimenticate nel silenzio ma risveglino coscienza e civiltà” “Da qui, con questo evento dedicato al martirio di Alessio e Simone – ha detto il capo della commissione straordinaria, Filippo Dispenza – vorrei far partire la rinascita della città di Vittoria.

Questo spazio bellissimo bellissimo rimane aperto ai cittadini di Vittoria. Sarà un luigo per riflettere perennemente su ciò che è accaduto. La mamma di Alessio, Lucy, ha ringraziato per la dedica ed ha detto: È un regalo per Alessio e Simone. Valentina, mamma di Simone, ha aggiunto: “questo dramma non deve essere mai dimenticato.

Dopo questa tragedia, tante persone ci sono state vicine. È giusto portare avanti queste iniziative. Questo giardino sarà un luogo di pace di tranquillità, un luogo in cui venire a riflettere nei giorni tristi, che sono parecchi e ci dà una carica per andare avanti”.