L’esame autoptico lo conferma, Giuseppe Lucifora è stato ucciso. Il cuoco è morto per asfissia dopo essere stato picchiato e strangolato ed è giallo a Modica (Rg).

Nel corso della giornata di ieri è stata portata a termine l’autopsia sul cadavere del 57enne trovato morto all’interno della sua abitazione di Modica la scorsa domenica. L’esame autoptico ha confermato il decesso per asfissia indotta da azione violenta altrui. I Carabinieri della Compagnia di Modica e del Reparto Operativo di Ragusa continuano le indagini per ricostruire l’intera vicenda. A condurre l’esame autoptico sono stati il medico legale Giuseppe Iuvara e il tossicologo Pietro Zuccarello.

La storia della morte di Lucifora è tinta di giallo dopo che è stato trovato senza vita all’interno di una stanza della sua casa chiusa a chiave. Alcuni suoi clienti lo hanno atteso invano per ore senza l’uomo si presentasse e c’era una ragione: era morto. Così è stata allertata la famiglia e i vigili del fuoco sono arrivati nell’appartamento di largo XI febbraio. Hanno sfondato la porta e l’hanno trovato riverso a terra, senza vita. L’auto e la moto erano parcheggiate di fronte alla palazzina.