La Regione stanzia 8,4 milioni per alcuni Comuni siciliani per la realizzazione di opere pubbliche. La giunta regionale presieduta da Nello Musumeci ha approvato due delibere dell’assessore all’Energia e servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon, che destinano le somme per strade, piazze, marciapiedi, illuminazione nell’Ennese e a Ragusa.

In particolare un milione e 300 mila euro andranno a Gagliano Castelferrato, provincia di Enna, un milione e 785 mila euro a Ragusa e 5,4 milioni a Troina. In tutto a disposizione c’erano 16,3 milioni versati nel tempo da aziende titolari di concessioni minerarie di coltivazioni di idrocarburi.

“Le somme – scrive l’assessore Pierobon nel documento – sono previste dalla normativa che prevede forme di collaborazione nell’ambito delle campagne estrattive tra concedente e operatori, per promuovere investimenti e occupazione”.

I progetti sono tutti esecutivi. Nel dettaglio, a Gagliano Castelferrato una parte del milione e 300 mila euro, e precisamente 800 mila euro, servirà per realizzare una rotonda all’incrocio tra via Verga e Pirandello, altri 295 mila euro consentiranno di avviare i lavori del secondo stralcio della nuova stazione dei carabinieri. Infine 208 mila euro finanzieranno i lavori di messa in sicurezza degli immobili della scuola media per il rilascio della Scia, la dichiarazione di inizio attività, antincendio e agibilità.

A Ragusa invece un milione e 785 mila euro serviranno a finanziare “il terzo stralcio del progetto esecutivo di riqualificazione dei centri luminosi negli impianti di pubblica illuminazione”.

A Troina infine andranno quasi cinque milioni e mezzo. Circa 2 milioni finanzieranno i lavori di riqualificazione e recupero delle strade adiacenti a piazza Conte Ruggero e piazza Santa Lucia. Altri 406 mila euro serviranno per il rifacimento della pavimentazione e parte dei servizi del sottosuolo ed opere a corredo della via Nuova del Carmine. Due milioni e mezzo per “il restauro e il risanamento conservativo della caserma rifugio Sambuchello e riuso area adiacente per finalità ricettive inerenti la fruizione del Parco dei Nebrodi”. E ancora, mezzo milione per il rifacimento della pavimentazione di parte dei servizi del sottosuolo e opere a corredo della via Mustica.