Aveva chiesto ad un’amica di andare in macchina con lui per un giro ma M.G., 29 anni, di Comiso,  aveva dimenticato di dire alla donna che la patente non l’aveva mai ottenuta. E così, quando ha reagito in modo violento ai poliziotti, dopo averlo fermato per un controllo, è stato arrestato.

Il giovane, che si trova ai domiciliari come disposto dai magistrati della Procura di Ragusa, è accusato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, ed al termine dell’udienza al palazzo di giustizia il gip ha convalidato il provvedimento restrittivo

Secondo la ricostruzione della Questura di Ragusa, il giovane, prima dell’arresto, era incappato in un posto di controllo della polizia ma sapendo che avrebbe passato dei brutti guai avrebbe provato a scappare, dirigendosi verso Santa Croce Camerina ma qui ha trovato le pattuglie del commissariato di Comiso.

” Il conducente, che viaggiava in compagnia di una donna, vistosi scoperto reagiva aggredendo uno dei poliziotti che lo avevano bloccato. Dagli accertamenti eseguiti dagli agenti risultava che M.G. erasprovvisto della patente di guida, perché mai conseguita,e che il  veicolo su cui lo stesso viaggiava non era coperto da assicurazione obbligatoria” spiegano dalla Questura di Ragusa.