Sono accusati di essere gli autori di almeno 4 furti in appartamento commessi a Modica tra il 24 ed il 25 dicembre due rumeni, di 31 e 24 anni, residenti a Vittoria, che sono stati arrestati dagli agenti del commissariato di Modica.

I due, con precedenti penali, sono stati bloccati a bordo di una macchina, una Peugeot 206, in contrada Serrapero, alla periferia di Modica, ma non è stato semplice fermarli perché, secondo quanto emerge nella ricostruzione delle forze dell’ordine, avrebbero aggredito i poliziotti, costretti poi  a fare ricorso alle cure dei medici per via di alcune contusioni riportate: hanno rimediato ferite giudicate guaribile in sette giorni.

A mettere i poliziotti sulle tracce degli indagati sono state alcune chiamate dei residenti che avrebbero notato quei due e visto che nei giorni precedenti si erano verificati dei furti hanno temuto per le loro proprietà.

“Gli arrestati, travisati con passamontagna e dotati di torcia a led assicurata al capo con elastico, detenevano numerosi oggetti atti allo scasso. Nel prosieguo dell’attività investigativa, presso le abitazioni degli arrestati venivano rinvenuti svariati oggetti e merce di provenienza furtiva che, in parte, venivano riconsegnati ai legittimi proprietari.” fanno sapere dalla Questura di Ragusa.

Come disposto dalla Procura di Ragusa, i due rumeni sono stati condotti in carcere ma hanno anche rimediato una denuncia con l’accusa di ricettazione in quanto l’auto nella loro disponibilità sarebbe rubata.

L’uomo che era alla guida della macchina è stato anche deferito   per guida senza patente, non avendola mai conseguita, mentre l’altro ha rimediato una segnalazione in Procura per violazione  dell’obbligo di dimora.
“Nel corso dell’attività investigativa gli agenti hanno denunciato in stato di libertà, per ricettazione, anche le compagne dei due rumeni, una delle quali appena sedicenne, trovate all’interno delle abitazioni perquisite” spiegano gli agenti del commissariato di polizia di Modica.