Un albanese d 20 anni, H.S., è stato arrestato a Ragusa dalla Polizia di Stato dopo che ha aggredito a pugni e a morsi, anche in testa, la sua convivente quasi ventenne sotto gli occhi della figlioletta di due anni.

La donna è stata trasportata in ospedale, dove le sono stati riscontrati un trauma alle costole, un trauma cranico e varie contusioni. E’ accaduto sabato scorso.

Il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa.

Gli agenti sono intervenuti nell’abitazione della coppia, nel quartiere Cappuccini, dopo che i vicini hanno chiamato il 112.

Agli agenti la donna ha raccontato anni di aggressioni subite alla presenza della figlioletta che in tutte le occasioni piangeva disperata. Il convivente le impediva anche di uscire di casa in sua assenza e la costringeva a dormire in una stanza diversa, lontano anche dalla figlia.