PALERMO (ITALPRESS) – Prima Messina, poi Palermo. Giornata siciliana per la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni in vista delle elezioni Amministrative del 12 giugno. Dopo il comizio elettorale a favore del candidato sindaco di Messina Maurizio Croce, la leader di FdI è salita sul palco in piazza Verdi, a Palermo, per sostenere il candidato sindaco del capoluogo siciliano per il Centrodestra Roberto Lagalla. “Ha un percorso radicato in questa regione – ha detto Meloni – volevamo un candidato che dicesse a Palermo che il declino non è un destino ma una scelta. Palermo è una città in cui il degrado ti rincorre anche dopo che sei morto e questo la città non lo merita perchè ha una storia e un ruolo storicamente riconosciuti”. Orgoglioso dell’unità del Centrodestra il candidato sindaco Lagalla: “Fratelli d’Italia è stato il primo partito nazionale a sostenere la mia candidatura. Ha compiuto un grande gesto di generosità e coraggio, aprendo la la strada alla ricomposizione del Centrodestra a Palermo. Un valore, quello dell’unità, da perseguire e coltivate. Anche perchè solo se uniti e vigili nei confronti del governo nazionale potremo ottenere per Palermo ciò che è stato garantito a Torino e Napoli, finanziati con oltre un miliardo di euro ciascuno”. Giorgia Meloni, rispondendo alle domande dei cronisti, parla anche delle prossime elezioni Regionali in Sicilia. “Ho accettato mio malgrado di attendere la fine delle elezioni amministrative ma non attenderò oltre. Questo è il dibattito che si aprirà se fosse necessario aprirlo. Ma io confido che non si dovrà andare da soli”. “Credo che Musumeci debba rimanere il candidato del centrodestra – ha aggiunto -. Non c’è una ragione per la quale non debba essere confermato. Ha lavorato bene. Cinque anni fa la Sicilia era sempre fanalino di coda in tutte le classifiche. Oggi invece è riuscita ad arrivare in vetta a molte di queste. Non capisco perchè ci siano questi tentennamenti a maggiore ragione perchè ho chiesto apertamente se ci fossero alternative e nessuno le ha. A me non è chiaro. E sono convinto che alla fine tutti confermeranno la ricandidatura di Musumeci ma non comprendo perchè si stia perdendo tempo in una campagna elettorale che è importante per confermare il buongoverno di Nello e perchè è ultima elezione prima delle politiche”.
(ITALPRESS).

– foto xd5 –