Blitz nei bunker della droga, sequestrati un kg di hashish e 6 mila euro, un arresto


Blitz delle forze dell’ordine in via Algeri, una delle principali piazze di spaccio di Siracusa. Al termine dell’operazione Alto impatto, a cui hanno preso parte polizia, carabinieri e finanzieri, è stato arrestato un 37enne e denunciato un 23enne, che avevano trasformato le loro abitazioni in veri bunker della droga. Infatti, dalle perquisizioni è emerso che entrambi aveva istallato un sistema di videosorveglianza per tenere sotto controllo i movimenti sotto casa.

La casa del 37enne arrestato

Nell’abitazione dell’arrestato, con precedenti penali, gli agenti di polizia hanno rinvenuto 241 dosi di cocaina, 6350 euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio, materiale utilizzato per il confezionamento della droga. Tutto quanto è stato posto sotto sequestro mentre l’uomo è stato condotto in carcere.

Un kg di fumo

In merito al 23enne, nella sua abitazione c’erano un chilogrammo di hashish, 100 grammi di marijuana, 20 grammi
di cocaina, materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente, 240 euro in contanti.

Lo spiegamento di forze

“Il dispositivo ha previsto l’impiego di 50 uomini delle forze dell’ordine e la cinturazione ed il controllo accurato dell’area sita nei pressi di via Algeri, identificando 113 persone, di cui 24 già conosciute alle forze di polizia” spiegano dalla Questura di Siracusa.

Il questore

“Quest’ultima operazione antidroga, ad alto impatto, costituisce – dice il questore di Siracusa -un ulteriore successo nel quotidiano contrasto al fenomeno dello spaccio e del consumo di droghe nella nostra provincia e contribuisce ad abbattere l’offerta di sostanze stupefacenti, soprattutto tra i più giovani, infliggendo un duro colpo alle organizzazioni criminali che traggono ingenti profitti dal traffico di tali sostanze”.

Sei arresti a Siracusa

Il gip del Tribunale di Catania, Luigi Barone, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di sei persone, accusate di far parte di una associazione a delinquere di stampo mafioso, denominata Borgata, legata al clan mafioso di Siracusa Santa Panagia.

Le misure, eseguite dai carabinieri del comando provinciale di Siracusa, hanno riguardato Gianclaudio Assenza, 29 anni, Salvatore Barresi, 47 anni, Danilo Greco, 38 anni, Robert Iacono, 24 anni, Johnny Pezzinga, 24 anni, e Davide Pincio, 51 anni.

Secondo quanto emerso nelle indagini, coordinate dai magistrati della Procura distrettuale antimafia di Catania, il gruppo si sarebbe specializzato nel traffico di sostanze stupefacenti, detenzioni di armi, estorsioni e danneggiamenti, finalizzati ma secondo gli stessi inquirenti gli indagati avrebbero anche messo in piedi un giro di bische clandestine, capaci di portare nella casse della gang cospicue somme in denaro.