Gli agenti della Squadra Mobile, delle Volanti e del Commissariato Ortigia hanno tratto in arresto tre siracusani per detenzione di sostanze stupefacenti per fini di spaccio al termine di un’operazione antidroga scattata in via Santi Amato, una delle principali piazze dello spaccio nella zona nord di Siracusa. Sono in carcere Steven Cicero, 26 anni, e Salvatore Polini, 32 anni, entrambi con precedenti penali, mentre è ai domiciliari un 40enne, incensurato

Le accuse per i tre arrestati

Il ventiseienne, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, è stato arrestato dalle forze dell’ordine già cinque volte per reati legati al traffico di droga, così come era già ai domiciliari il 32enne, che deve rispondere anche di detenzione illegali di armi, munizioni e di un ordigno esplosivo.

Le cessioni di droga dal balcone

Nel corso di un servizio di controllo, a cui hanno preso parte anche il Reparto prevenzione crimine di Catania e le unità cinofile in via Santi Amato, gli inquirenti hanno notato 4 compravendite, con scambi di denaro e stupefacenti: il 40enne prendeva le consegne di soldi, si recava sotto casa del 26enne che provvedeva a dargli le dosi, lanciandole dal balcone,  da cedere ai clienti.

Quando è scattato il blitz al 40enne sono stati trovati 315 euro, mentre, al termine della perquisizione nella casa del fornitore, la polizia ha rinvenuto 375 euro e alcune dosi di eroina, cocaina, marijuana e hashish. Inoltre, nel proseguo dell’operazione, gli investigatori si sono recati nella casa del 32enne.

Deposito con 7 kg di droga ed armi

Nella sua disponibilità aveva 850 euro e la chiave di un appartamento sovrastante che custodire oltre 7 chilogrammi di varie tipologie di droghe ( cocaina, hashish marijuana) oltre a 2 pistole a tamburo, un fucile del tipo doppietta calibro 12 (a canne mozze), un giubbotto antiproiettile, un paio di manette in metallo, vario munizionamento e due caricatori.

Ordigno esplosivo in casa

Nel stesso appartamento è stato sequestrato anche un ordigno esplosivo artigianale, del peso di circa 400 grammi, che è stato prelevato dal personale degli artificieri della Questura di Catania. I 3 sono stati arrestati: il quarantenne incensurato è stato posto ai domiciliari, mentre gli altri due sono stati condotti in carcere. Nelle prossime ore saranno sottoposti agli interrogatori davanti al gip.