Gli agenti di polizia hanno denunciato una donna, 60 anni, per aver causato la morte del proprio cane. L’indagine è scattata nelle scorse ore quando un vicino di casa dell’indagata si è allarmato per gli odori nauseabondi proveniente dall’abitazione al confine con la sua.

Quando il personale del commissariato di Avola è entrato nella casa della 60enne si è accorto del suo cane, privo di vita: secondo quanto sostenuto dalle forze dell’ordine, l’animale era morto di stenti da alcuni giorni, per via dell’assenza per le ferie estive della sua padrona e la totale mancanza di cibo e di acqua.

“La donna è stata denunciata per aver abbondonato il suo cane procurandone la morte” spiegano dalla Questura di Siracusa.