Avrebbe sfidato i divieti di spostarsi da un Comune ad un altro per poter rimediare un po’ di droga. E’ andata male ad un uomo di 36 anni, residente a Floridia, che è stato trovato a Siracusa , in via Immordini, una delle principali piazze di spaccio del capoluogo. Nel corso della perquisizione, gli agenti delle Volanti, al comando del dirigente Francesco Bandiera, lo hanno trovato in possesso di marijuana, che è stata posta sotto sequestro. L’uomo è stato denunciato per violazione del decreto anti coronavirus, emanato dalla Presidenza del Consiglio per limitare il rischio di contagio da Covid-19, ma è stato segnalato in Prefettura per consumo di sostanze stupefacenti.

I poliziotti sospettano che il trentaseienne si trovasse a Siracusa non per una passeggiata ma per rimediare qualche dose di erba per poi portarsela a casa e fumarla senza il pericolo di essere fermato dalle forze dell’ordine. Il rischio che si sarebbe assunto era quello dei controlli, forse sapeva che le probabilità di essere bloccato erano alte ma il desiderio di rifornirsi sarebbe stato più allettante. E così, incurante delle disposizioni anti Covid-19, sarebbe salito a bordo del suo mezzo per recarsi a Siracusa a circa 20 chilometri di distanza dalla sua abitazione. Non gli è andata bene e quando è incappato nel posto di controllo della polizia ha compreso che il suo azzardo non era stato ripagato dalla sorte.

“L’uomo di 36 anni, residente a Floridia, è stato sorpreso in una delle vie della città di Siracusa, violando così i precetti posti a tutela del contenimento sanitario. Da un controllo più accurato, il trentaseienne è stato trovato in possesso di marijuana e, pertanto, è stato anche segnalato all’Autorità amministrativa competente” fanno sapere dalla Questura di Siracusa.