Si è concluso dopo quasi tre ore il vertice in Prefettura, a Siracusa, convocato dopo la richiesta del sindaco di Siracusa, Francesco Italia, preoccupato dalla bufera attorno al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I scoppiata a seguito del contagio del primario e “di altri due medici” secondo la Cgil. “Nella giornata di domani sarà costituto dall’assessorato regionale un Covid team per valutare i percorsi seguiti per i pazienti positivi e per riportare la necessaria serenità tra gli operatori” assicura l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza.

“Sul fronte assistenziale, come già disposto per situazioni analoghe, l’assessore si é impegnato a sostenere l’Asp e l’ospedale cittadino con ulteriori professionalità, anche per garantire il massimo del supporto a tutti gli operatori e l’adeguata sicurezza delle prestazioni lavorative” si legge in un comunicato della Regione.

“Si tratta certamente di un segnale forte  dice il sindaco di Siracusa, Francesco Italia –  che va nella direzione di un indispensabile potenziamento. Tale azione andrà seguita con attenzione e con particolare riguardo alla necessaria attività di costante condivisione con tutti i soggetti, compresi i rappresentanti di coloro che in questo momento sono in prima linea, delle azioni e delle informazioni al fine di riportare un clima sereno tra gli operatori e nell’opinione pubblica” spiega il sindaco di Siracusa al termine del Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico.

“Registro con soddisfazione l’immediata convocazione del comitato provinciale – aggiunge Italia –  da parte della prefettura e la partecipazione dell’assessore Razza. Le note vicende e le ripetute segnalazioni provenienti da più parti e relative a quanto accaduto all’ospedale Umberto I, richiedono un intervento immediato e risolutivo da parte degli attori coinvolti”.

La Cisl ha attaccato duramente l’Asp per la gestione del pronto soccorso, in particolare ha criticato il provvedimento della direzione del presidio ospedaliero Umberto I e Rizza che prevede la sistemazione in una zona del reparto dei pazienti in attesa dell’esito dei tamponi, contravvenendo, secondo il sindacato, al piano dell’azienda per l’emergenza Covid-19. La Procura di Siracusa sta seguendo con attenzione l’evolversi della situazione anche perché ha un fascicolo aperto, quello sulla morte di Calogero Rizzuto.

Sul vertice è intervenuta la parlamentare di Forza Italia, Stefania Prestigiacomo. “La presenza dell’assessore Razza a Siracusa conferma l’impegno e l’attenzione – ha detto Stefania Prestigiacomo – del governo regionale nei confronti della nostra sanità. L’assessore invierà a Siracusa un’equipe di medici a sostegno delle emergenze determinate dal Covid. In questa delicata fase della vita del paese e della nostra città occorre essere concentrati esclusivamente ad affrontare le problematiche connesse al coronavirus.  Ci sarà tempo poi per valutare comportamenti ed eventuali responsabilità, oggi dobbiamo lavorare tutti per affrontare l’emergenza sanitaria e sociale.  La Regione ha un ruolo chiave in questi giorni difficili. Sono sicura che terrà fede agli impegni assunti per Siracusa”.