E’ stato demolito un chiosco in legno, trasformato in un bar abusivo, situato nella zona del parcheggio del Molo Sant’Antonio, alle porte di Ortigia, il centro storico di Siracusa.

Gli interventi sono a carico dell’azienda che aveva in concessione l’area ma determinanti sono state le sollecitazioni del Comune che ha imposto un ultimatum: entro 10 giorni la struttura dovrà sparire. In questa porzione, l’amministrazione intende realizzare 15 nuovi posti auto “che andrebbero ad aggiungersi a quelli che si vuole recuperare sfruttando gli spazi destinati la mattina dai bus turistici” fanno sapere da Palazzo Vermexio.

Sulla vicenda sono intervenuti il sindaco Francesco Italia e l’assessore alla Mobilità e Trasporti, Maura Fontana

“Crediamo fermamente che il parcheggio del Molo sia una risorsa che abbia ancora potenzialità da offrire e per questo ci stiamo impegnando per una riqualificazione e un potenziamento dell’area lavorando su più’ fronti, quello di oggi è un primo importante risultato che vede il ripristino della legalità tramite la demolizione dell’abuso compiuto durante la precedente gestione. La parte oggetto invece di concessione e passata alla proprietà pubblica sarà oggetto di riflessioni. Tali riflessioni prevederanno sia la possibilità di riassegnazione perché vengano forniti i giusti servizi agli utilizzatori del parcheggio, sia la totale demolizione che lascerebbe spazio a ulteriori posti auto e ciò in considerazione del realizzando bar in area demaniale limitrofa al parcheggio”.