Un’altra terribile notizia di abusi sessuali scuote la chiesa siciliana.
Un giovane di 21 anni ha presentato denuncia per violenza sessuale alla Squadra Mobile di Siracusa, nei confronti di un prete di Francofonte nel Siracusano che avrebbe abusato di lui.

Le violenze sessuali andate avanti per nove anni

Il ragazzo ha raccontato al dirigente della mobile, Gabriele Presti, di essere stato violentato dall’età di 9 anni fino ai 18 anni. La denuncia è stata presentata anche al vescovo di Siracusa.
In un primo momento si era appreso che il sacerdote starebbe continuando a dire messa. Notizia smentita fermamente dall’arcidiocesi di Siracusa tramite una nota.

L’arcidiocesi di Siracusa: “Sacerdote in pensione senza alcun incarico, è stato interdetto”

Nella nota dell’arcidiocesi di Siracusa si legge: “In merito alla notizia pubblicata oggi dall’agenzia Ansa, relativa alla denuncia di un giovane di 21 anni alla Questura di Siracusa per violenza sessuale, è bene precisare che il sacerdote dipende dall’Eparchia di Piana degli Albanesi.
Quando l’arcivescovo di Siracusa, mons. Francesco Lomanto, ha ricevuto la denuncia ha immediatamente avviato, agendo per delega, un procedimento penale canonico nei confronti del sacerdote.
Il sacerdote, adesso in pensione, è residente nella Diocesi di Siracusa senza alcun incarico.
Lo scorso 31 ottobre il vescovo di Piana degli Albanesi ha già adottato nei confronti del sacerdote un provvedimento di interdizione dall’esercizio pubblico del ministero”.
Il ragazzo si è rivolto all’arcivescovo di Siracusa perché originario, come il prete accusato, di Francofonte, paese del siracusano.

Sindaco di Francofonte: “Sgomenti, solidarietà alla vittima degli abusi”

“Siamo sgomenti, la comunità di Francofonte è sgomenta. Invito la procura a fare chiarezza, confidando nella Giustizia e il vescovo a prendere una posizione chiara sulla vicenda”. Cosi il sindaco di Francofonte, Daniele Lentini, a proposito della denuncia del giovane per violenza sessuale.
“In paese si vociferava di una denuncia, Francofonte è piccolo e so che il parroco dice ancora messa. Una cosa inaudita. A nome mio, dell’amministrazione comunale e dell’intera comunità, esprimo piena solidarietà e vicinanza a questo ragazzo”. Come detto, l’arcidiocesi di Siracusa ha specificato che il sacerdote è già stato interdetto.