Sono state incendiate questa notte due auto di proprietà dell’ispettore capo della polizia municipale di Francofonte (SR). A subire il duplice atto incendiario è stato Nello Russo che in passato è stato vittima di altre intimidazioni. Russo è anche segretario nazionale del SILPoL, sindacato del comparto della polizia locale. L’incendio è divampato questa notte e ha distrutto completamente le due automobili.

L’auto era parcheggiata in via Siracusa, nel centro del paese. Le fiamme si sono sviluppate poco dopo la mezzanotte e in pochi secondi hanno distrutto l’utilitaria. Il fuoco ha danneggiato un’altra auto parcheggiata vicino. È stato lo stesso Russo ad accorgersi delle fiamme e a richiedere l’intervento dei vigili del fuoco, che hanno impiegato circa due ore per mettere in sicurezza la zona. Sul posto, i carabinieri a cui sono affidate le indagini del caso.

Sul posto sarebbe stata trovata una bottiglia incendiaria e tracce di liquido infiammabile.

In seguito ai due roghi il SILPoL ha espresso la propria solidarietà al collega “vittima di un vile attacco durante la notte con l’incendio dell’autovettura personale”, come scrive in una nota il sindacato.

“Ciò fa seguito ad un precedente attacco subito tempo fa – scrive ancora il SILPoL -, con le stesse modalità, che evidentemente ha il senso dell’intimidazione nei confronti di chi in ragione del proprio ruolo e di una specchiata coscienza civile manifesta le proprie idee con rigore ed onestà intellettuale in un contesto divenuto assai difficile che meriterebbe adeguata attenzione da parte delle Istituzioni competenti. Il sindacato può e deve restare sentinella nei confronti di ogni forma di prevaricazione delle regole e dei diritti a cominciare da quelli di cittadinanza”.

“Chiaramente il lavoro portato avanti dall’Ispettore capo sta disturbando qualcuno”, dice il deputato del Movimento 5 Stelle Davide Aiello – Non facciamo sempre gli stessi errori, non lasciamo da soli uomini dello Stato che con grande sacrificio combattono il malaffare”.