• Incendio in un cantiere navale
  • Le fiamme hanno distrutto una barca da 25 metri
  • La Procura di Siracusa ha aperto una inchiesta

I vigili del fuoco di Siracusa sono intervenuti nella tarda serata di ieri per l’incendio di una barca di 25 metri situata all’interno di un cantiere navale di Portopalo. Il natante è stato distrutto ma il rogo ne ha danneggiato un altro.

Inchiesta della Procura

La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta sull’episodio su cui indagano i carabinieri, per i quali non è esclusa un’azione di matrice dolosa. Probabilmente, si tratta di un avvertimento al proprietario del peschereccio e proprio su di lui si concentreranno le attenzioni da parte delle forze dell’ordine, che, nel corso della serata, hanno sentito alcune persone.

Ipotesi intimidazione

Al setaccio, ci sono le immagini delle telecamere di sicurezza della zona che potrebbero dare indicazioni su quel che sembra essere una intimidazione. L’allarme è scattato nei minuti successivi allo scoppio dell’incendio: si è formata una colonna di fuoco, che è stata vista anche nelle zone distanti  dal cantiere ed in poco tempo sono arrivate numerose chiamate ai centralini delle forze dell’ordine.

L’intervento dei pompieri

Sul posto, si sono recati i vigili del fuoco dei distaccamenti di Palazzolo e Noto e del comando provinciale di Siracusa: i pompieri hanno dovuto lottare per ore contro il rogo che, frattanto, si era propagato verso un’altra imbarcazione, che è stata danneggiata. I soccorritori, comunque, hanno evitato il peggio perché se fossero arrivati più tardi le fiamme avrebbero potuto incenerire il resto delle barche contenute nel cantiere navale.

Intimidazione a Siracusa

Poco più di un mese fa, a Siracusa, un avvertimento è stato lanciato ad un pescatore, nella cui imbarcazione, ormeggiata nel Porto di Siracusa, è stata rinvenuta una bomba carta rimasta inesplosa e poi rimossa  dagli artificieri della polizia di Catania.